Piccoli Animali Senza Espressione

Sveglio Fantasma

il nuovo disco dei Piccoli Animali Senza Espressione

Come abbiamo svegliato il fantasma

Trovare un fiorentino ad Amsterdam passando da Radio ARA Luxembourg e scoprire la voglia di fare qualcosa insieme.
Con Tenedle i suoni si faranno più elettronici, la collaborazione telematica, ma non mancheranno gli incontri nella cantina-studio di Filippo, una cena sulla spiaggia e i concerti all’Ex-Aurora di Livorno.
Per Dimitri, Edoardo diventa la farfalla e la sua voce il volteggio di una falena. Insieme si cercano universi paralleli, fatti di cerchi e quadrati, di punti e linee, di luoghi al di là della mente.
Poi le energie del gruppo si uniscono al carisma di Nabil e il percorso dei P.A.S.E diviene sempre più Luminoso.
Al progetto si aggiungono anche le Tracce separate da ricomporre al piano dal maestro e amico Mauro Grossi, evocazione di echi dal sovrasensibile, appunti di visioni e di pura geometria.
Sono le tracce che sottendono l’intero album, che seguiamo quando componiamo, sparse tra viaggi spazio-temporali, foto d’epoca e paesaggi d’oltremare. Come se percorressimo storie e mondi credendo di poter percepire una parte di noi stessi nell’apparire di un vecchio mulino oltre il fiume o in un fuoco appena spento.
Come quando si cercava l’oro dentro al fiele.


compra su iTunes
compra su Amazon

Come il Quadrato

il primo singolo estratto da Sveglio Fantasma

Guarda il video

Hanno detto dei PASE

La classe non la si ostenta, la si ascolta con piacere.

“Sveglio fantasma“, il terzo disco dei Piccoli Animali Senza Espressione, è eleganza pop elettronica con bellissimi arrangiamenti e suoni.

Perennemente sospesa tra elucubrazioni sintetiche e visionari testi, questa terza prova a firma P.A.S.E. conferma l'ispirato estro di Fusario e dei suoi esperti soci, elargendo, nella sua minuziosamente ordinata dimensione sonora, ascolti che si rivelano, a ogni ulteriore passaggio, godibili e mai banali. Un concreto atto di maturità artistica. Luminoso per dirla alla maniera di questi desti fantasmi delle lande toscane.
Poetico, impalpabile e quieto, “Sveglio fantasma” irradia una lucentezza tenue e fragile mentre ambisce a lasciar convivere in una nuova forma di comunicazione, mediata da una mutata sensibilità di ascolto, le molte anime di una musica in pacato divenire.

Instagram Slider